Parse error: syntax error, unexpected '<' in /web/htdocs/www.liceolilla.it/home/home/sites/all/modules/ctools/plugins/access/php.inc(55) : eval()'d code on line 1 Gli studenti del Liceo Scientifico in alternanza scuola lavoro alla Maker Faire Rome 2017 | Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "V. Lilla" &nbsp; &nbsp; &nbsp; &nbsp; Francavilla Fontana - Oria (BR)

Tu sei qui

Gli studenti del Liceo Scientifico in alternanza scuola lavoro alla Maker Faire Rome 2017

Contenuto in: 

L’innovazione abbinata alla tecnologia è l’aria che quattro ragazzi del Liceo Scientifico “V. Lilla” stanno respirando alla Maker Faire Rome.

Dal 1 Dicembre 2017 fino a domenica 3 più che mai Roma caput mundi dell’Innovazione, poiché ospiterà la quinta edizione della Maker Faire, evento che apre le porte della tecnologia a tutti, dagli studenti ai maker, dagli appassionati del settore ai semplici curiosi.

La Fiera dei makers ("nuovi artigiani digitali", per dirla con Chris Anderson, fondatore del movimento) è l’edizione europea di un evento di portata globale che viene svolto ogni anno in diverse località degli U.S.A. (San Mateo, Detroit, New York), premiando l’espositore del progetto più brillante con il conferimento del fiocco “Maker of Merit”.

Elevate le aspettative dei ragazzi del Lilla, presenti per la prima volta alla maker con un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro con la Boboto Srl di Lecce; elevata anche la voglia di essere all’altezza, ma, soprattutto, elevata la voglia di conoscere, di vivere dal vero una realtà di innovazione che profuma di futuro, venendo a contatto con idee, e loro concretizzazione, che stanno modificando in modo radicale la realtà che ci circonda.

Sono Francesca Semeraro e Martina Antonini della classe IV C e Francesco Di Bella e Tiziano Maldarella della V D i pionieri di questa grande avventura all’insegna dell’innovazione e della tecnologia e ad assisterli sarà il professore Domenico Aprile, docente di Informatica ed Animatore Digitale dell'Istituto, insieme ad Iliana Morelli, tutor aziendale di Boboto.

I ragazzi lavoreranno a stretto contatto con esperti nel promuovere attività orientate al mondo dell'educazione, dell'inclusività e dell'innovazione sociale, mettendo, quindi, in pratica quanto appreso fin ora sul “problem solving, coding e peer education”. Uno dei metodi più efficaci per sviluppare il pensiero computazionale risulta essere la programmazione informatica in un contesto di “gioco”; tale termine è, però, da intendere non come “ciò che non è serio”, bensì come “ciò che è reale”.

Questa è la missione che si propone Boboto, ossia quella di promuovere l'educazione come processo continuo di apprendimento, rendendo la pedagogia quanto più fruibile e inclusiva, in tutti i contesti educativi, dentro e fuori la scuola, con gli insegnanti e con tutto il nucleo familiare.

Il confronto diretto e il continuo mettersi in gioco sono la chiave per un continuo miglioramento: “È questo lo scopo della nostra iniziativa!”.

Naturalmente i ragazzi oltre che collaborare nelle attività di esposizione, hanno l'opportunità di vivere la Maker Faire in qualità di spettatori, documentando quanto visto. L’attività di alternanza scuola-lavoro, infatti, prevede due momenti: l’esposizione di progetti diretti alla fascia d’età essenzialmente prescolare (anche attraverso azioni di peer tutoring) e la documentazione dell’intera esperienza.

Nella seconda parte di alternanza è, di conseguenza, richiesto il confronto con persone e aziende di altissimo livello, che propongono strumentazione, tecniche e processi di lavoro nuovi che spaziano in campi di competenza estremamente diversificati: dalla mobilità artificiale ai nuovi sistemi di propulsione delle auto, dall’ ambito culinario alle nuove tecniche di coltivazione.

Tutto ciò rappresenta il trampolino di lancio delle ambizioni e delle tante idee che i nostri ragazzi hanno e desiderano non lasciare tali, ma rendere concrete, perché il nostro futuro è il nostro presente e “Noi lo stiamo già vivendo”.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.